NLS Academy
Blog
blog-post

Ha a che fare con conoscere se stessi e saper identificare:

☑️i propri punti di forza

☑️le proprie aree deboli

☑️il proprio modo di reagire di fronte alle situazioni,

☑️le proprie preferenze

☑️i propri desideri

☑️i propri bisogni

☑️le proprie emozioni

La consapevolezza emotiva è la base per una buona consapevolezza di sé e consiste nel saper riconoscere i segnali emotivi del proprio corpo e dare un nome alle emozioni che si provano e che ci "informano" sulle nostre preferenze, gusti e bisogni.

Perchè svilupparla?

Conoscere noi stessi ci permette di prevedere come affronteremo le varie situazioni che la vita ci porrà di fronte, comportandoci in modo  funzionale in base ai nostri obiettivi.

ESEMPIO: 

Se un ragazzo conosce le ore in cui è più lucido durante la giornata, potrà gestirsi il proprio tempo e utilizzarle per studiare, organizzarsi al meglio, senza rinunciare per forza al divertimento, anzi utilizzandolo come risorsa per rigenerarsi.

La consapevolezza del proprio mondo interiore nel “qui e ora” può essere ascoltata facendosi queste 3 domande:

Cosa penso? / Cosa provo? / Cosa faccio?

Ma la consapevolezza riguarda anche la conoscenza dei propri comportamenti abituali (schemi): Cosa penso/provo/faccio di solito quando… (si presenta una certa situazione)?

Come svilupparla?

Attraverso un profondo e attento ascolto senza giudizio, pertanto in un momento in cui l’intensità delle emozioni è bassa (tranquillità, fastidio, turbamento)!

Ma per arrivare a questa CONOSCENZA DI SE STESSI è necessario avere l’opportunità di osservare i propri gusti, i propri bisogni e desideri FIN DA PICCOLI, quindi mettiamo i nostri bambini in condizione di esprimere le proprie preferenze e scoprire se stessi.

ARTICOLI POPOLARI